sabato 31 agosto 2013

Oggi fantascienza! Arrampicata in Lessinia

CRESTA DEI PARPARI  (Prima ripetizione?? Bah)

.. chiamiamola così, tanto per capirci, in quanto si trova nelle vicinanze di malga Parparo alto nel comune di Roverè veronese. Può sembrare una maledizione, è la terza volta che io e Sandro notiamo una bella linea da salire e alla base scopriamo con amarezza che costei è già stata chiodata. E' proprio vero non esistono più angoli selvaggi...per lo meno nelle nostre prealpi. 

Zona: Malga Parparo Alto, Roverè, Lessinia
Sviluppo: 4 lunghezze
Esposizione: E
Difficoltà: VI continuo i tiri verticali, IV la cresta
Chiodatura: purtroppo si....
Materiale: 10 rinvii, 2 mezze da 60 m
Discesa: Prati
Tempo: 2 h
Partecipanti: io, Sandro
Apritori: Sconosciuti

La suddetta si raggiunge parcheggiando in prossimità del divieto di transito nelle vicinanze della malga sopra citata, si prosegue per 15 minuti per il sentiero e quando si scorge un laghetto di malga recintato si attraversa in discesa i prati fino al muretto a secco sul bordo della scarpata che guarda il paese di Giazza. Da qui per  sentiero fino alla base della parete, quando questo punta verso nord in discesa abbandonare il sentiero a dx per traccia di camoscio fino all'evidente grande tetto. Salire il diedro che strapiomba leggermente (chiodo) poi per roccia svasa seguire una fessurina, spostarsi a sinistra (chiodo) e salire sempre dritti fino alla sosta. Da qui sempre dritti per roccia svasa infima, e a tratti friabile fino alla cresta, sosta su spuntone. Altri due tiri di cavalcata molto divertenti porteranno ai prati sommitali, stando sempre attenti ai grossi bocchi instabili. 
La via merita molto per l'ambiente in cui si svolge e non certo per la qualità mediocre della roccia: la sensazione di ritrovarsi catapultati da un ambiente crollante e verticale ai dolci altipiani della lessinia è un contrasto impagabile.
La discesa si compie a vista per prati puntando il sentiero di accesso.


Attacco

Sosta fuori dai tiri ostici






La bella fessura finale



Verso il Grolla è la val Revolto





Parcheggiare qui! 
La cresta vista dal M.te Terrazzo


Nessun commento:

Posta un commento